Infortunistica stradale: approfondimenti in materia di incidenti e infortuni.

AP Infortunistica è agenzia di gestione pratiche, indennizzi, risarcimenti, perizie e consulenze in materia infortunistica a Bologna. Ci occupiamo di infortunistica stradale e generale: incidenti stradali, sul lavoro, domestici, sportivi, condominiali, generici e malasanità.

Infortunistica stradale

Un particolare tipo di infortunio è quello stradale. Nel 2002 in Italia gli infortuni stradali hanno causato 7.075 morti (per il 78% circa di sesso maschile) e centinaia di migliaia di feriti. Dall’introduzione della patente a punti (1 luglio 2003) gli incidenti stradali hanno avuto una lenta ma costante diminuzione.

Nel 2000, infatti ci sono stati in Italia 256.546 incidenti stradali che hanno causato 360.013 feriti e  7.061 morti. Grazie anche all’introduzione della patente a punti e alle campagne di sensibilizzazione messe in atto dai media queste cifre sono diminuite costantemente. Nel 2009, infatti, il numero di infortuni stradali è sceso a 215.405, con una diminuzione sensibile del numero dei feriti e di quello dei morti: 4.237.

Purtroppo le statistiche di danno informazioni abbastanza inquietanti. Nei ragazzi giovani la casistica relativa agli infortuni stradali è la principale causa di decesso: il 46% dei decessi registrati tra i 15 e i 25 anni avviene inseguito ad un incidente stradale (1.421 decessi su 3.077 totali). La percentuale scende con l’avanzare dell’età (fascia 25-34: 27%; fascia 35-44: 9%).

Con l’età scende anche il numero assoluto dei decessi per incidente stradale: ad esempio nella fascia 45-54 anni ci sono annualmente 752 decessi, praticamente la metà del numero registrato tra i ragazzi giovani (fonte ISTAT – cause di morte – dati 2002 – tavola 3).

quando accade di esser vittima in un infortunio stradale conviene affidarsi ad un’agenzia che segua le pratiche di risarcimento e si interfacci con le compagnie di assicurazione al fine di ottenere il giusto risarcimento.

La nostra agenzia è specializzata in infortunistica stradale. Consulenza in caso di incidenti stradali ed assistenza completa in caso di danni materiali e alla persona. Con l’esperieza e la formazione continua che caratterizza i nostri professionisti, i nostri assistiti sanno di poter contare sul giusto risarcimento, sapendo di affidarsi a chi cura davvero i loro interessi. siamo a Bologna ma operiamo su tutto il territorio nazionale.

Infortunistica stradale e piano nazionale della sicurezza Stradale

Quando si parla di infortunistica stradale è bene soffermarsi su alcuni punti fondamentali per chiarire il contesto legislativo in cui ci muoviamo. Infatti dal 1999 è in vigore in Italia il Piano Nazionale della Sicurezza Stradale (PNSS), che è stato istituito con la Legge 144 del 1999, con cui è stata recepita la Comunicazione alla Commissione Europea n. 131 del 1997 dal tema: “Promuovere la sicurezza stradale nell’EU: il programma 1997-2001”. Lo scopo della definizione del piano della sicurezza stradale è quello di affrontare in modo organico ed a livello europeo il tema dell’infortunistica stradale, per arrivare a una diminuzione sia degli effetti, sia del numero di incidenti sulla strada.  Importante sottolineare che il  Piano Nazionale della Sicurezza Stradale è stato il primo atto normativo e legislativo con cui si è iniziato ad analizzare il problema della sicurezza stradale e le possibili soluzioni. Successivamente sono state emanate le linee guida di attuazione del Piano

I programmi di attuazione

I primi programmi nazionali di attuazione fanno riferimento agli anni 2002 e 2003.

Nel 2007 è stato avviato il 3° programma nazionale di attuazione. Nell’ambito di tale programma, la legge finanziaria 2008 prevedeva lo stanziamento di 200 milioni di euro “al fine di implementare le azioni tese ad accrescere la sicurezza stradale e dare attuazione alle azioni previste dal Piano nazionale della sicurezza stradale”. Gli stanziamenti erano stati definiti fino al 2013.

Il governo Berlusconi IV (insediatosi nel maggio 2008) ha però tagliato questi fondi per ricavare parte dei fondi necessari all’abolizione dell’ICI, riducendo la somma stanziata a 17,5 milioni di euro per il solo 2008 (comma 247, decreto legge 27 maggio 2008 n. 93).

Regioni e Province provvedono comunque, compatibilmente con la disponibilità dei fondi, ad avviare i programmi locali di attuazione del PNSS, con interventi di vario tipo volti a diminuire le probabilità di infortunistica stradale, come: installazione di guard rail, realizzazione di rotatorie, posizionamento di dissuasori di velocità, ecc. Allo stato attuale (2011) si è ancora in fase di attuazione del 3° programma da parte delle Regioni.

L’Antitrust ha un bel da fare con le compagnie assicurative!

Antitrust e assicurazioni in materia di infortunisticaInfortunistica stradale: che succede in caso di incidenti stradali? Per esempio, se intervenendo a un tamponamento procurato, vostro figlio ha sbattuto la testa e si è fatto male, vi possono ritirare la patente in quanto rei di lesioni colpose ? Ma intanto chi guida sotto effetto di sostanze che alterano la lucidità mentale e uccide qualcuno, potrebbe non farsi un giorno di galera, tanto per iniziare! Ma il problema non riguarda solo l’ambito dell’infortunistica stradale.

Le compagnie assicurative con l’avanzare dei debiti e dei crediti pubblici e privati vengono con gli anni sempre più fortemente tutelate, perché sono da un lato le casseforti di grossi investitori e risparmiatori che attendono ogni anno sempre la lievitazione degli utili azionari e dall’altro acquirenti di azioni e titoli pubblici a garanzia dei debiti statali, quindi non saranno obbligati certamente ad abbassare i premi assicurativi anche se obbligatori come l’RC auto.

Quì inizia la lotta tra i ricchi ed i poveri delle democrazie moderne dal capitale così detto etico.
Ecco i conflitti etici e religiosi. Tutti ne parlano e nessuno le applica e parlandone solamente ne prendono le distanze, come le medicine che abbassano il dolore ma non eliminano il malanno! Costano di più e le paghi solo tu! Anche il mondo religioso ha bisogno di soldi per sostenersi, quando e se coinvolto economicamente per lasciti generosi, dalle fondazioni delle stesse compagnie assicurative pubblica comunicazioni compromissorie o tace.
Infatti l’ISVAP (la vigilanza delle assicurazioni) alla sfacciata evidenza illegale ha sanzionato le compagnie assicurative di 25 milioni di euro per varie inadempienze legali. Spiccioli per loro!
E per noi!

Giorno dopo giorno, si limano i diritti per alimentare e tutelare azionisti miliardari, andate da loro se credete che difenderanno i vostri diritti, oppure informateci in caso di danno auto, pagamento incidente, risarcimento assicurativi, risarcimento infortuni, soccorso stradale, sul posto di lavoro, a casa, in condominio, in un locale commerciale, in ogni momento 24 ore su 24, anche di sabato e domenica

Infortunistica stradale: come funziona il risarcimento dell’Assicurazione?

Risarcimento incidenti e infortuni stradali: infortunistica  BolognaMa la mia assicurazione non riprende uguale importo risarcitorio da chi ha torto? La vostra Assicurazione non ottiene indietro da quella del danneggiante l’importo che ha già pagato come indennizzo a voi. L’assicurazione, infatti, ottiene un rimborso forfettario fisso. Se ad esempio il forfait è fissato in 1.000 euro a danno e il vostro risarcimento sarà di 600 euro la vs compagnia ci guadagnerà 400 euro. Se il risarcimento sarà di 3.000 la vs assicurazione ne aggiungerà di tasca sua 2.000. Ecco perché anche la vostra assicurazione, è interessata ad assisterVi. Per pagarvi il meno possibile! Per decreto vengono stabiliti anche gradi di responsabilità e limiti di risarcimento dei danni accessori. Succede che a danno identico subito, il risarcimento può essere diverso!

Risarcimento danni in segioto a incidenti e infortuni stradali

Iniziando dai danni fisici noi interveniamo con responsabile impegno che un medico legale stabilisca correttamente, una percentuale di invalidità adeguata e non solo in base all’età del danneggiato solo perché è più giovane.

Il danno biologico è indipendente dalla capacità produttiva della persona che superando il danno fisico e meccanico coinvolta dall’infortunio o nell’incidente coinvolge l’intero equilibrio del corpo umano. Il danno biologico corrisponde alla modifica del grado di salute di quella persona danneggiata dall’infortunio subito.

La persona non è più la stessa che era prima dell’incidente/infortunio.

A parte gli scaglioni di invalidità temporanee previste per le invalidità temporanee, prima, durante e dopo l’inabilità temporanea si deve vigilare e misurare se è sufficiente il risarcimento per interventi, terapie necessarie e adeguate nei limiti dei punti di invalidità assegnati e se basta il tempo necessario effettivamente alla completa guarigione fisica e non solo legale.

L’invalidità permanente stabilita dalla perizia giurata o uno medico specialista sotto giuramento avanti ad un giudice in tribunale, Gli altri non hanno valore legale.
Abbiamo specialisti che seguiranno passo passo le singole condizioni dei vostri danni e se accettare o meno il valore economico del risarcimento dovuto e prendere le definitive decisioni.

I diritti di chi ha subito un incidente o un infortunio stradale

I diritti dei danneggiati vengono frequentemente calpestati da leggi o da chi le interpreta sempre più a favore di chi deve risarcire ed adeguatamente, l’aiuto di chi vi affianca come agenzia di infortunistica. Le esperienze dei casi precedenti avvantaggia gli altri nostri clienti non solo sotto il profilo economico e queste vantaggi non si guadagnano mercificando patteggiamenti per l’indennizzo del danno che il proprio corpo ha subito, senza un aiuto come la nostra agenzia di infortunistica.

Come quando si subisce un incidente stradale e l’altro veicolo è fuggito o risulta senza assicurazione
oppure rubato, con il fondo per le vittime stradali si assolve allo scopo ed il risarcimento dei danni subiti, ma il tentativo di qualcuno c’è sempre di inquinare o aggiungere le prove ed incidere legalmente sul concorso che potrebbe alterare il risarcimento dell’indennizzo atteso e scontato.